fbpx
Non solo s.m.s.

Restiamo amici

E’ una delle frasi che mi piace di più, anche se non l’ho mai capita. 

Restiamo amici. Se una storia è stata importante, restare amici, da subito, non si può. Se non è stata importante, non ha senso. 

Nel primo caso, dopo aver metabolizzato la fine della storia, è possibile che il sentimento di affetto resti e si trasformi in una amicizia vera ma senza frequentazione. 

Nel secondo caso, un giorno un amico mi ha detto: “ Restiamo amici è la frase che diciamo quando in realtà vogliamo tenere una porta aperta. Però suonerebbe meglio dire… ‘ Posso salire da te… ancora… ogni tanto…?’ “

15 commenti

  • fiorettolo

    temevo che prima o poi tirasse fuori questa frase…
    ammetto: è indifendibile!
    confermo: il tuo amico ha centrato un punto dolente…”tenere una porta aperta”…è un grave problema dell’uomo, forse anche del meno ‘piacione’…
    (colpita la porta-aerei!)
    (se incentra un post su questo argomento temo che il castello di carte possa crollare)
    ohps! ho detto a voce alta un pensiero (speriamo non l’abbia sentito o siamo fritti)
    ohps! l’ho fatto ancora!…
    ps. comunque io ci credo ancora: amici si può anche diventare col tempo…molto tempo…ma moolto tempo! prima la frequenza è solo deleteria, dolorosa, inopportuna, scottante. (nel primo caso)

  • 79FE

    per quanto unica e stupenda l’amicizia tra un uomo e una donna è già difficile di per se, per “complicazioni” varie ed eventuali che possono sorgere… quando alle spalle c’è anche una storia più o meno importante la vedo in tutti i casi veramente dura… se arrivi a chiedere ” posso salire da te…” all’ amicizia nemmeno ci pensi….

    • principessaperungiorno

      Infatti lo si dice, in genere, alla fine di una storia che non era importante e solo ‘per salire da lui/lei…’
      Infatti… dopo una storia poco importante non hai molti argomenti con quella persona!

  • fiorettolo

    (grande clay, resa bipartizan potrebbe concederci argomentazioni!) 🙂
    in effetti la dicono anche le donne, ma se lo fanno è di solito per stroncare subito il bollore dell’ormai EX…insomma è una frase per mollare un uomo?!?
    A ben pensarci è anche molto usata per respingere un pretendente che non ti interessa… usandola la donna mette in chiaro, anzi, che non esiste neanche una possibilità d’amicizia differente…diciamo ‘di letto’…è proprio un: “ciccio! non ce n’è!”
    A questo punto mi sorge un dubbio:
    @principessa: ma quando dici che è una delle frasi che ti piaciono di più, è per il filone della critica all’uomo (in questo caso non necessariamente ‘piacione’) e quindi per la semplice difficoltà a convertire il rapporto in un’amicizia (così come ce l’hai presentata), oppure, più astutamente, a quello delle ‘sferzate’ alle donne: incitate ad adoperare loro più spesso questa scappatoia nell’evidente versione femminile… in fondo allontanando così le ‘scatole’ mezze vuote si può scoprire se siano veramente interessate, se vi può piacere la loro eventuale maniera di insistere (una frase ideale in un gioco delle parti) e se abbiano ulteriori ‘contenuti nascosti’…
    quale delle due? tutte e due, vero? 😉

  • Clay

    le nuove generazioni, poi, si sono inventate gli “scopamici” che è stata un’idea davvero geniale per unire l’utile al… dilettevole! 😉

    • fiorettolo

      questa generazione ne produce in varie circostanza anche fra gli over 30: la vita da singles nelle metropoli (Friends), le vite sempre in movimento per lavoro (Testa fra le nuvole)…ci sono sempre stati anzi e soprattutto fra adulti, un tempo si chiamavano semplicemente ‘amici di letto’, più poetico del termine coniato dai giovani che ci arrivano sempre prima bruciandosi delle tappe anche graziose…i primi batticuore, i rossori, la timidezza…a cosa servono a loro ormai? via! questa società insegna così…
      è un’amicizia che si può anche instaurare, ma le regole sono molto differenti e, a parte un’attrazione sessuale importante e da tenere in alta considerazione, gli animi forse più indifferenti…è un livello superiore nel gioco delle parti e si rischia anche di più, ci si potrebbe scottare finendo per non parlarsi più o tentare di non vedersi più…triste insomma 🙁

    • fiorettolo

      ma è più pirandelliano: io so che tu sai che lo so, ma nel dirmelo potresti svelarmi ciò che credo di sapere, confermandomi di saperlo, così non me lo dici è ciò mi rende certo di saper ciò che so! comunque, appena lo saprò per certo, te lo spiego…per ora ci rifletto ancora un pò…
      forse è solo fiorettoliano 🙂

  • serendipity84

    mi è rimasta in mente e ci aggiungerei questa frase di cui parlate.
    non so più chi, in Sex & The city, diceva: “i computer si rompono, la gente muore, le relazioni finiscono… la cosa migliore da fare è prendere fiato e… riavviare…”…ci starebbe bene, alla fine, detta al tuo lui(tua lei dascaricare cordialmente un “…restiamo amici…”, no?

    • fiorettolo

      e forse calza di più di quanto immagini…
      prova a ‘riavviare’ un programma ‘nuovo’ installato su un computer ‘rotto’…e vedi…a riescirci potresti anche scoprire che è infettato dal virus della ‘delusione’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: