fbpx

Tacco sì, tacco no.

Allora, come sei messa con i tacchi?

Sei una di quelle che li portano con disinvoltura oppure li odi?

Io personalmente amo la scarpa bella, con o senza tacco, purché mi calzi bene e sia di buona manifattura e di buon materiale. E, ovviamente, che mi stia a meraviglia!

I miei piedi sono di carta-velina e se compro scarpe di materiali non buoni poi non ti dico come si conciano!

Ma torniamo ai nostri tacchi.

Lo sai che camminare sui tacchi o meglio, imparare e saper camminare sui tacchi, ti dà un portamento elegante anche quando poi metti una ballerina?

Sì, proprio così.

E vuoi sapere perché?

Te lo spiego subito.

Quando cammini sui tacchi in modo corretto, inizi a usare le gambe con più consapevolezza.

Ora ti do qualche consiglio e ti svelo qualche piccolo trucco.

Innanzitutto, ricordati sempre che tra le gambe non deve ‘passare luce’ (ovvero non ci deve essere spazio) e che le gambe vanno messe una davanti all’altra con la punta del piede leggermente verso l’esterno.

Questo piccolo ‘trucco’ servirà a far sembrare la gamba diritta mentre, se non lo fai, la gamba appare girata verso l’interno, e quindi storta.

Altra cosa da non trascurare è il movimento del bacino.

Mettere una gamba davanti all’altra ti richiede di avanzare con il bacino, ovvero ancheggiare.

Attenta a non ‘sculettare’! Sono due movimenti molto diversi.

Portare avanti il bacino implica muoversi in modo flessuoso e armonico, elegante. ‘Sculettare’ non è invece molto elegante. 🙂

Questo ‘ondeggiare’, questo dondolio appena accennato lo ritroverai anche con una semplice scarpa bassa e ti darà tutto un altro aspetto, valorizzerà anche un semplicissimo abitino.

Ultima cosa: le braccia.

Nei miei corsi di portamento ho spesso visto che la tendenza di molte donne è quella di non accompagnare in modo adeguato la camminata con le braccia.

Le braccia devono sfiorare il corpo e cadere morbide.

La testa è alta come se un filo ti tirasse verso il cielo e lo sguardo è dritto davanti a te.

Ricordati che lo sguardo deve comunicare solarità.

E ricordati che se non ti senti flessuosa sui tacchi è meglio che indossi scarpe più basse.

Non c’è niente di peggio che vedere una donna che arranca su un tacco 10 o 12 che sia!

Ora ti lascio alla pratica e all’esercizio.

Se non l’hai già fatto e vuoi saperne di più, scarica il mio e-book Il fascino è un’arte che si impara e troverai utili consigli per diventare una donna elegante e di classe dal fascino irresistibile!

Basta una postura diversa per cambiare il tuo umore, il tuo portamento e come appari a chi ti guarda, compresa te! Lo sapevi?

Provaci.

E ora… scopri il tuo nuovo portamento!

Ti aspetto al prossimo post, Principessa!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: